Penne con cavolo cappuccio rosso, taleggio e speck

Ricetta di: Kucina di Kiara

Ingredienti

per 4 persone:

  • 350 g di penne
  • 400 g di cavolo cappuccio rosso BioExpress
  • 80 g di Speck Alto Adige igp
  • 1 scalogno
  • 0,5 dl di vino bianco secco
  • 60 g di quartirolo
  • brodo vegetale qb
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

Procedimento

Mondate il cavolo e tagliatelo a striscioline. Fate soffriggere in una padella con 2 cucchiai d'olio lo scalogno affettato; quando è appassito unite lo speck a cubetti e il cavolo.
Dopo 5' sfumate con il vino bianco e cuocete per 15', unendo, se necessario, 2-3 cucchiai di brodo.
Cuocete le penne in abbondante acqua salata, quando è pronta scolatela e mescolatela con le verdure.
Completate con quartirolo sbriciolato.


Spaghetti integrali con pesto di cavolo rosso e briciole croccanti al rosmarino

Ricetta di: Kucina di Kiara

 

Ingredienti

per 4 persone:

  • 360 g di spaghetti al farro integrale
  • 200 g di foglie di cavolo cappuccio rosso BioExpress
  • 60 g di mandorle spellate
  • 2 cucchiai di succo di limone BioExpress
  • 6 filetti di acciughe sott'olio
  • 5 pomodorini secchi sott'olio Citres
  • 1 fetta di pane casereccio tritato con il cutter
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe

 

Procedimento

Tagliate a pezzetti le foglie di cavolo rosso e frullatelo con 60 ml di olio evo, il succo di limone, 50 ml di acqua, le mandorle spellate, un pizzico di sale e pepe, fino a ottenere una salsa liscia e omogenea.
In una padellina rosolate il pane sbriciolato con qualche ciuffetto di rosmarino e poche gocce d'olio.
Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata.
Nel frattempo scaldate le acciughe tritate in un filo d'olio e unite la pasta scolata. Condite con il pesto e mescolate bene, quindi completate con le briciole di pane croccante.


Gnocchi di patate con cavolo cappuccio viola

Ricetta di: I sognatori di cucina e nuvole

Ingredienti

 

  • 400 g di patate lessate e schiacciate (per me Bioexpress)
  • 200 g di cavolo cappuccio viola (per me Bioexpress)
  • 1 scalogno piccolo
  • 200 g circa di farina 00
  • sale q.b.
  • olio evo q.b.
  • 150 g di burro
  • un rametto di salvia fresco
  • parmigiano grattugiato q.b.

Procedimento

In una padella ho messo lo scalogno tritato con una dose generosa di olio evo, ho fatto stufare leggermente e poi ho aggiunto il cavolo cappuccio mondato e tagliato a julienne. Ho regolato di sale e ho lasciato ammorbidire per qualche minuto. Ho frullato il cavolo cappuccio abbastanza bene, ma facendo in modo che i pezzetti si vedessero bene e l'ho messo in una ciotola insieme alle patate lessate e schiacciate e un po' di farina. Ho regolato di sale e ho iniziato ad impastare aiutandomi con un cucchiaio di legno.Ho trasferito tutto sulla spianatoia infarinata e ho continuato ad impastare aggiungendo piano piano la farina, finchè ho ottenuto un impasto morbido, ma non appiccicoso.Ho preparato dei serpentelli di impasto che ho tagliato a tocchetti.Ho cucinato gli gnocchi in abbondante acqua salata e li ho scolati man mano che venivano a galla.Intanto ho sciolto il burro in un tegamino in cui ho messo anche le foglie di salvia e ho fatto cuocere a fiamma bassa fino a quando la salvia è diventata croccante.Ho condito gli gnocchi con il burro aromatizzato alla salvia e ho cosparso ogni piatto con abbondante parmigiano grattugiato.Non so se nella foto si notano i pezzetti di cavolo negli gnocchi, ma vi assicuro che hanno dato un profumo e un gusto molto gradevole al piatto, oltre a dare anche una nota croccantina agli gnocchi che a me non piacciono troppo mollicci e appiccicosi, nè troppo duri, motivo per cui non uso uova nell'impasto.


Tagliatelle al carbone e scorzanera

Ricetta di: La Taverna degli Arna

Foto: Alessandro Arnaboldi

Ingredienti

per la pasta ( dose per 1 persona)

  • 100 gr di farina di tipo 1 macinata a pietra
  • 2 capsule di carbone vegetale in polvere
  • 1 cucchiaio di olio
  • 5 cucchiai di acqua

per il condimento:

  • 1 scorzanera
  • 1 carota
  • 1 foglia di cavolo cappuccio rosso
  • 6 cime di puntarelle
  • erbe aromatiche
  • mezzo Limone
  • 1 cucchiaino di sciroppo di Agave
  • sale, pepe, olio evo
  • prezzemolo

Procedimento

Per la pasta impastate la farina con un pizzico di sale, l’olio e l’acqua. Lasciarla riposare per qualche minuto e stenderla in maniera molto sottile. Arrotolarla su se stessa e tagliarla per ottenere delle tagliatelle. Cospargerle con poca farina. Portare a bollore una pentola colma di acqua salata e un cucchiaio di olio di semi. Lessare per alcuni minuti le tagliatelle e condirle con olio.

Pulire la scorzanera e affettarla sottilmente. Farla stufare per una decina di minuti in un pentolino con due cucchiai di olio. Aggiungere poca acqua e proseguire la cottura per altri dieci minuti, aggiungendo erbe aromatiche a piacere.

Spegnere il fuoco e togliere le erbe aromatiche. Frullare la scorzanera con un cucchiaio di olio, e poca acqua fino ad ottenere una salsa vellutata e liscia. Aggiustare di sale, aggiungere poco succo di limone e un cucchiaino di sciroppo di agave per equilibrare il gusto della verdure.

Tagliare la carota, il crauto e le puntarelle, condirle con olio e sale.

Impiattare la salsa di scorzanera, aggiungere le tagliatelle e decorare con le verdure crude e servire con prezzemolo fresche.

Buon appetito!