Batata dolce

La BATATA DOLCE

La patata dolce americana è una radice ricca di amido, carnosa e dal sapore zuccherino che ricorda quello delle castagne. Per il suo sapore spiccatamente dolciastro non risulta molto gradita in Italia.

Cottura al forno

Lavare bene la patata americana con la buccia, senza asciugarla. Avvolgerla in un foglio di carta d’alluminio o meglio di carta forno, chiudendola come fosse una caramella ma senza serrare troppo il cartoccio. Cuocere in forno statico a 180° per circa 45-60 minuti, il tempo dipende dalla sua grandezza,. Controllare la cottura infilando uno stuzzicadenti.

Cottura a vapore (la mia preferita)

La cottura a vapore sviluppa e mantiene il sapore meglio della bollitura.

Lavare bene la patata dolce americana con la buccia, metterla nel cestello per la cottura a vapore. Cuocere in pentola a pressione per circa 15-20 minuti dal sibilo della pressione.

Lessare in acqua

Lavare bene le batatas. Lessarle con la buccia in acqua fredda non salata per circa 40-50 minuti. Controllare la cottura infilzandole con uno stuzzicadenti.

Cottura nel forno a microonde

Lavare bene la patata americana con la buccia, senza asciugarla. Bucherellare tutta la sua superficie con i rebbi di una forchetta o con uno stuzzicadenti, per evitare che esploda in cottura. Avvolgerla nella carta forno oppure appoggiarla su un piatto in ceramica sopra ad un velo d’acqua e coprirla con il coperchio di plastica per microonde. Effettuare step di cottura di 3 minuti l’uno e dopo il primo stop rigirare la patata su se stessa. Cuocerla ad una potenza di 600W – 750W. La mia patata da 150 grammi si è cotta in 6 minuti (il tempo di cottura dipende dalla grandezza della patata). Controllare il grado di cottura infilzandola con una forchetta. A cottura ultimata lasciare la patata alcuni minuti nel microonde per permettere al calore di raggiungere la sua parte più interna.

.
Preparazione salata

- Una volta cotta, tagliarla a fette e disporla a strati in una pirofila ricoprendo ogni strato con pezzetti di burro, parmigiano grattugiato e qualche fettina di Emmental o Scamorza. Cuocere in forno caldo finché il formaggio non sia ben filante.
- Una volta cotta, tagliarla a metà e servirla con del burro fuso, sale e spezie a piacere
- Ottima la “Crema di patate dolci americane”

Preparazione dolce

Una volta cotta, sbucciarla e ancora calda disporla su un piatto cospargendo con della cannella.

Ottima la “Torta di patate dolci e cioccolato”.



Patatine americane al forno

Lavare, sbucciare (si anneriscono facilmente) e tagliare a bastoncini. Porre su una teglia da forno coperta con carta da forno (o carta alluminio), oliare e condire con le spezie in polvere desiderate: aglio, cipolla, cannella, paprika, peperoncino, rosmarino, timo, noce moscata. Mescolare bene e cercare di fare un unico strato di patate. Cuocere al forno a 200° per circa 20 minuti. Mescolare ogni tanto e salare a fine cottura.



CONSERVAZIONE

Una volta acquistate le patate, cuocerle subito o conservarle in un luogo fresco e buio per massimo una settimana (la temperatura ottimale del locale dovrebbe essere compresa tra i 5 e i 15°C, se questa è superiore i tuberi germogliano, se è inferiore possono marcire). Vietato conservare in frigorifero.

Tratto da: http://blog.giallozafferano.it/ortaggichepassionebysara/patata-dolce-americana-cottura/


RICETTE DI RIVA MARZIA - Taverna degli Arna
Budino di batata
Ingredienti per 2 porzioni:
1 batata arancione
1 cucchiaio abbondante di carruba
1 cucchiaino di polvere di cacao crudo (facoltativo)
alcuni spicchi di mandarino
bacche di goji
Procedimento:
Cuocere al vapore, con la buccia, la batata arancio dopo averla lavata. Quando cotta, sbucciarla e schiacciarla con uno schiacciapatate o una forchetta.
Continuare a schiacciare fino ad ottenere una crema omogenea a cui aggiungere, secondo il gusto personale, un cucchiaio abbondante di polvere di carruba. A piacere aggiungere un cucchiaino di cacao in polvere e mescolare per ottenere una crema omogenea. Trasferire il budino in due coppette, decorare con spicchi di mandarino tagliati al vivo e bacche di goji e servire.
Buon appetito
Tempi di preparazione:
30 minuti
Nb. Riponendo le coppette di frigorifero il budino tenderà a rapprendersi

RICETTE DI RIVA MARZIA -
Taverna degli Arna
Flan di batata
Ingredienti per 3 persone:
1 batata
150 ml di besciamella vegan
2 cucchiaio di fecola di patata
noce moscata
sale
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaio da the di aceto
Procedimento:
Lavare la batata e metterla a cuocere al vapore con la buccia. Cuocerla per circa 20 minuti in modo tale che sia bella morbida. Sbucciare e schiacciare con uno schiacciapatate. Lasciarla raffreddare e, in una ciotola, aggiungere la besciamelle e la fecola di patate. Amalgamare e aggiungere un abbondante grattugiata di noce moscata e aggiustare di sale. In ultimo aggiungere bicarbonato e aceto di mele e mescolare. Versare il composto in tre pirottini unti con poco olio e infornare, in forno caldo, a 200 gradi per circa 15 minuti. Togliere dal forno e servire immediatamente per evitare che i flan si sgonfino.
Buon appetito!
Tempi di preparazione:
45 minuti circa

TEMPURA di BATATE DOLCI
Ricetta di Renata Baruffi Storie di Cibo di Vino
http://storiedicibodivino.blogspot.it/
La tempura è un metodo di frittura orientale anzi, giapponese.
Il segreto non sta tento negli ingredienti quanto piuttosto nella temperatura della pastella che deve essere ghiacciata e lavorata pochissimo.
Per 4 persone: 3 o 4 batate dolci
Per la pastella: 150ml acqua gassata e fredda, 100gr. di farina per tempura o di un miscuglio di farina di riso e fecola (di mais o di patate), olio per friggere (olio di arachide di mais o di girasole), pochissima farina.
Per la salsa: 100ml di acqua fredda, 3 cucchiai di salsa di soia leggera, 3 cucchiai di mirin, poco zenzero fresco grattato (optional)
Lavate e spazzolate bene le patate dolci e tagliatele a rondelle senza sbucciarle, poi mettetele a bagno in acqua fredda per eliminarne l’eventuale gusto amaro. Prima di friggerle asciugatele bene.
Preparate la pastella che nella Tempura è la parte più importante.
In una ciotola mescolate poco e sommariamente il miscuglio di farina di riso e fecola (dopo averla setacciata) con acqua gassata molto fredda cui avrete aggiunto qualche cubetto di ghiaccio. La pastella non deve diventare collosa. E’ una buona regola anche appoggiare la ciotola della pastella in una ciotola più grande riempita di ghiaccio.
Scaldate l’olio per la frittura portandolo a circa 160°.
Infarinate leggermente le fette di batate e poi immergetele nella pastella soltanto immediatamente prima di tuffarle nell'olio ben caldo.
Dopo poco date loro qualche colpetto per capire a che punto di cottura sono e se la pastella si è già indurita, toglietele dal tegame, appoggiatele su un foglio di carta per fritti e proseguite nel friggere tutte le altre fettine di batate.
La frittura deve rimanere chiara, al massimo con qualche tono dorato.
Disponetela su un piatto grazioso ed a parte, in una ciotolina servite la salsa. Le bacchette sarebbero d'obbligo.
Renata Baruffi è autrice di “Mediterraneo. La Storia nel Piatto” (ebook e POD)