Anguria

Pianta erbacea annuale delle Cucurbitacee, con radice fittonante, fusto ramificato e strisciante, foglie grandi, palmato-lobate, pelose, picciolate e fiori gialli a corolla campanulata. Viene coltivata in tutta Italia, in particolare in Emilia Romagna, Puglia, Lazio, Sicilia, Lombardia, Campania e Veneto. In Emilia Romagna le zone di maggior coltivazione sono concentrate nelle province di Ferrara, responsabile di oltre il 50% della produzione regionale, e a seguire di Modena e Reggio Emilia.Il frutto è un peponide con forma tonda, che presenta buccia di colore verde scuro uniforme, quasi nero a maturità, polpa compatta senza fessurazioni di colore rosso intenso, soda, croccante, zuccherina, molto sapida. La parte edibile è costituita dalla polpa privata della buccia e della parte più esterna di colore biancastro. Si consuma fresca, da sola o utilizzata come ingrediente per macedonie o per la preparazione di marmellate, confetture, dolci, sorbetti o gelati. Varietà precoce. Predilige il clima temperato-caldo, preferibilmente asciutto, e resiste bene ai calori estivi eccessivi; per dare buoni risultati, vuole calore, luce e acqua in abbondanza e il terreno di medio impasto, sciolto, ricco di sostanza organica, anche argilloso, ma profondo e permeabile. La semina per la produzione normale avviene in febbraio marzo in ambiente riscaldato, in aprile maggio in pieno campo, in buche distanti fra loro un metro e mezzo – due metri tra le file e 100 cm sulla fila. Si semina tra gennaio e febbraio in semenzaio, con trapianto dopo 30 giorni, e in marzo-aprile in campo, facendo cadere tre - quattro semi in ogni buchetta, per poi lasciare, dopo 30 giorni, solo la pianta che si presenta più robusta. La raccolta viene effettuata dopo 75 giorni dalla semina, a scalare nel periodo da maggio ad agosto, man mano che giunge a maturazione, ovvero quando il viticcio del peduncolo si stacca o appare completamente disseccato. Ha un'elevata capacità dissetante grazie alla percentuale d'acqua contenuta (95,3%), la più alta tra i frutti. Per quanto riguarda il sapore dolce, non dipende dal contenuto in zuccheri, non molto alto (tra 3,7 e 6,4%), ma dalla presenza di sostanze aromatiche. I cocomeri sono inoltre particolarmente indicati per le diete dimagranti, sia per la capacità saziante, sia per lo scarso apporto calorico. Presenta una buona quantità di vitamina A, Vitamina C e Potassio. www.ars-alimentaria.it

Rimedi naturali
D'estate, si sa, la pelle tende a disidratarsi con molta più facilità a causa del caldo del sole e del sudore. La natura sembra aver creato questo frutto come panacea di tutti i "mali" d'estate:
Pelle secca: Schiacciate la polpa del cocomero e lasciatela macerare per almeno 10 minuti, applicate poi il succo ottenuto sul viso e sul collo. Sciacquate dopo il completo assorbimento….quando vi sentirete particolarmente appiccicosi!
Abbronzatura: Forse non tutti sanno che oltre alla carota, c’è anche il cocomero come ottimo rimedio per avere un’abbronzatura dorata e a lunga persistenza. Prima di esporvi al sole, allora, mangiatene a volontà!
Capelli: Provate questo impacco: prendete tutti i semini della fetta di cocomero che avete appena mangiato e tritateli con olio di semi, applicate il composto ottenuto sui capelli e lasciatelo per 30 minuti. Infine procedere ad un normale shampoo.

RICETTE:

Fontanella di cocomero
Tagliate le due estremità in modo da ottenere due coperchi, uno dovrà essere meno spesso e meno concavo dell’altro. Collegate i due coperchi attraverso sei lunghi e resistenti spiedini, (sui quali precedentemente avrete inserito dei chicchi di uva) in modo da formare una sorta di parallelepipedo aperto da posizionare su un tavolo. Il coperchio più concavo sarà la base che poggerà sul tavolo e dentro la quale andremo a mettere tutto il cocomero che vogliamo.
Sorbetto di cocomero
Ingredienti: 500 gr. di polpa di anguria, 100 gr. di zucchero, 1 limone, 100 gr. di acqua, 100 gr. di panna montata - Frullate la polpa del cocomero dopo aver tolto i semini nel frattempo preparate uno sciroppo facendo bollire lo zucchero in acqua. Dopo aver fatto raffreddare lo sciroppo unitevi l'anguria frullata e la panna. Frullate nuovamente tutto il composto finché non raggiunge la giusta consistenza e poi servite in bicchieri da sorbetto.

Gelato di cocomero
Ingredienti: 300 g di polpa di cocomero, 200 g di zucchero, 20 g di pistacchi, 30 g di zucca candita, 30 g di cioccolata fondente, 1 cucchiaio di acqua di gelsomino, mezzo cucchiaio di cannella in polvere - Dopo aver pulito il cocomero dai suoi semini unitelo a 100 grammi di zucchero e al chicchirino di acqua di gelsomino e lasciate solidificare il composto dentro una gelatiera. Successivamente aggiungete gli altri 100 grammi di zucchero, i pistacchi tritati, la zucca a dadini e il cioccolato a pezzi. Tutto il composto andrà versato in uno stampo con carta oleata, e lasciato in congelatore per 2 ore. Al momento di servirlo ricordate una spolverata di cannella.

RICETTE:

Ricette di Renata Baruffi
http://storiedicibodivino.blogspot.it/
e autrice di “Cucina Mediterranea. La Storia nel Piatto” (ebook e POD)
GRANITA DI ANGURIA O DI MELONE
Fare le granite è facilissimo
Per quella di anguria gli ingredienti sono: polpa di anguria, succo di limone e
zucchero.
Prendete l’anguria e togliete tutta la polpa aiutandovi con un cucchiaio. Prendete
soltanto la parte rossa, naturalmente.
Togliete con cura tutti i semini. Non sarà difficile se avete un setaccio a maglie
larghe, ma non lo è nemmeno se lo farete con una forchetta.
Mettete la polpa in un mixer insieme al succo di limone. Calcolate su 1kg di polpa
di anguria, circa 200gr di zucchero o anche meno sel’anguria è molto dolce, ed il
succo di ½ limone.
Quando avrete frullato per bene, mettete il composto in un contenitore di plastica
abbastanza largo e riponete in freezer.
Ogni ora circa prendete il contenitore ed agitate il composto per breve tempo,
senza scaldarlo. Fatelo a mano, con una forchetta ocon un frullino. Poi rimettete
il contenitore in freezer.
Quest’operazione permette di rompere i cristalli dighiaccio duro e favorisce il
formarsi di mini cristalli tipici della granita.
E’ un’operazione facile e non impegnativa.
Dopo che avrete rimescolato per un certo numero divolte, vi accorgerete che il
composto avrà preso una consistenza densa e cremosa. Lasciate in freezer e
continuate a rimestare ogni ora fino al momento di servire.
Presentate in coppette, accompagnando con una pallina di gelato alla vaniglia e
pezzettini di cioccolato fondente.
Lo stesso preparato può essere usato anche per dei ghiaccioli oppure, se avete la
sorbettiera, per fare dei sorbetti.

UNDUETRESTELLA PRESENTA A TAVOLA BAMBINI !
LECCA LECCA ALL'ANGURIA!!
Un modo divertente per mangiare l’anguria!
Ingredienti:
una fetta circolare di anguria, cucchiai di plastica del gelato
Preparazione: la mamma deve tagliare piccoli spicchi triangolari da una fetta circolare di anguria.
In ogni triangolino bisogna inserire nella buccia un cucchiaio di plastica al contrario,
da usare come “manico” al lecca lecca di anguria tutto naturale, senza zuccheri aggiunti!
per info:unduetrestella BABY
WWW.UNDUETRESTELLABABY.COM
unduetrestellababy.blogspot.com


Dolce
GRANITA DI ANGURIA
Ingredienti per 6 persone:
1 kg di anguria a piccoli pezzi, 250 g di zucchero, 250 ml di acqua, succo di mezzo limone
Preparazione: Fate sciogliere, a fuoco lento, lo zucchero con l’acqua; in modo da ottenere uno sciroppo. Frullate ora l'anguria con lo sciroppo raffreddato aggiungendo il succo di limone.
Versate il tutto in un recipiente rettangolare dai bordi bassi (tipo vaschette per fare il ghiaccio) e mettete nel freezer per circa 2 ore mescolando ogni mezz'ora con l'aiuto di una spatola di legno in modo da frantumare la granita. Servite poi in coppe ghiacciate.

DESSERT
Semifreddo allo yogurt con gelatina di anguria
Ingredienti per la crema di yogurt:
Colla di pesce 6 gr,Latte fresco intero 4 cucchiai,Panna fresca da montare 200 ml,Yogurt cremoso già zuccherato 500 ml
Ingredienti per la gelatina di anguria: Acqua 100 ml,Colla di pesce 6 gr,Anguria bio 500 gr,Limoni bio 2 cucchiai di succo,Zucchero 60 gr
Preparazione: Iniziate preparando la crema di yogurt : ponete 6 grammi di colla di pesce (3 fogli da 2 gr l’uno) ad ammollare in una ciotola con dell’acqua fredda. Trascorsi 10 minuti, versate 4 cucchiai di latte in un pentolino e scaldatelo senza farlo bollire. Non appena i fogli di colla di pesce saranno morbidi, strizzateli con le mani e uniteli al latte caldo (il pentolino non dovrà più trovarsi sul fuoco), mescolando per farli sciogliere per bene. Lasciate raffreddare il composto di colla di pesce. Montate a neve ferma la panna fresca, versatela in una ciotola ed unite delicatamente lo yogurt, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare la panna. Unite infine al composto la colla di pesce ormai fredda disciolta nel latte.
Riponete la crema di yogurt in un contenitore e ponetela in frigo per almeno 2 ore.
Mezz’ora prima dello scadere delle 2 ore, cominciate a preparare la gelatina di anguria. Mettete in ammollo in una ciotola di acqua fredda 6 gr di colla di pesce (altri 3 fogli da 2 gr l’uno). In un pentolino, fate sciogliere 60 gr di zucchero con 100 ml di acqua; quando la colla di pesce sarà morbida, strizzatela ed unitela allo sciroppo preparato ( lontano dal fuoco) mescolando per scioglierla per bene, quindi lasciate raffreddare.
Prendete l’anguria, già tagliata a cubetti, e ponetela con due cucchiai di succo di limone in un frullatore e riducete il tutto in una crema liscia. Filtrate poi la salsa ottenuta da eventuali semi o filamenti. Non appena lo sciroppo sarà freddo unitelo alla salsa di anguria.
Estraete lo stampo dal frigorifero ed accertatevi che la crema di yogurt sia diventata compatta, quindi versatevi sopra la salsa di anguria e rimettete di nuovo lo stampo in frigorifero per altre due ore.
Quando dovrete impiattare la torta potrete aggiungere cubetti di anguria da decorazione.


Anguria alla portoghese
Ingredienti
: 1 anguria piuttosto grossa, 1 bicchiere di kirsch
Preparazione: Scegliete una anguria dalla scorza integra, appoggiatela sul piatto di portata e con un pennarello nero disegnate la sagoma di un cestino in modo che con un coltello affilato possiate incidere la scorza facendo molta attenzione a non rompere il manico. Svuotate il cocomero usando uno scavino tondo e rimuovete dalla polpa tutti i semi. Mettete le palline ottenute in una ciotola di cristallo e lasciatele a macerarare nel kirsch per circa un' ora, mescolatele con delicatezza e trasferitele nel cestino di cocomero. Fate raffreddare per almeno 2 ore in frigorifero prima di servire.


Anguria Esotica
Ingredienti:
anguria tagliata a dadini grossi e privata dei semi, zenzero fresco grattugiato, un pizzico di cannella, creme fraiche (crema acida) per servire a parte.
Preparazione: metto in una bella ciotola l’anguria, la cospargo di zenzero grattugiato e di cannella, la lascio in frigo qualche ora e la servo con la crema a parte. - di Susanna Vitelli