Albicocche

Famiglia: Rosaceae
Genere: Prunus
Specie: Prunus armeniaca

L'albicocco (Prunus armeniaca) è un albero appartenente alla famiglia delle Rosaceae, e al genere Prunus. Albero da frutto per eccellenza, fu creduto da Linneo originario dell' Armenia - da qui deriva l'epiteto specifico "armeniaca" - ma la pianta era presente in Cina. Fu diffuso in Europa dagli arabi moltissimi secoli fa.

La pianta appartiene alla stessa famiglia e genere di frutti quali la ciliegia, la pesca e la prugna. Con alcuni di questi sono stati prodotti vari ibridi molto apprezzati dai mercati in cui sono stati introdotti. Un esempio comune sul mercato Italiano è la Percocca.

Le albicocche necessitano di un periodo dai 3 ai 6 mesi per svilupparsi ed essere raccolte a mano dai primi di maggio alla metà di luglio.

L'albicocca è ricca di vitamina B, C, PP, ma soprattutto di carotenoidi, precursori della vitamina A. Due etti di albicocche fresche forniscono il 100% del fabbisogno di vitamina A di un adulto. La vitamina A protegge le superfici dell'organismo, interne ed esterne. La sua carenza provoca secchezza della pelle e delle mucose respiratorie, digerenti e urinarie. La sua carenza può portare alla facile rottura delle unghie, alla presenza di capelli fragili e opachi, a certe difficoltà nella cicatrizzazione delle ferite, addirittura a un arresto nella crescita e a un'aumentata fragilità ossea. Ma le più note conseguenze della carenza di vitamina A sono le alterazioni dell'occhio e della vista: diminuzione della capacità visiva (specialmente notturna), lesioni della cornea fino alla cecità, infiammazioni delle palpebre con formazione di croste e caduta delle ciglia.
L'albicocca è ricca di magnesio, fosforo, ferro, calcio, potassio e questo ne fa un alimento irrinunciabile per chi è anemico, spossato, depresso, cronicamente stanco. Si raccomanda ai convalescenti, ai bambini nell'età della crescita e agli anziani, ma è sconsigliato a chi soffre di calcoli renali. Il frutto fresco è astringente, se essiccato lassativo.
http://it.wikipedia.org/wiki/Prunus_armeniaca


RICETTE:

Ricette di Renata Baruffi -
Storie di cibo di vino
e autrice di “Cucina Mediterranea. La Storia nel Piatto” (ebook e POD)

PAVLOVA AI FRUTTI ESTIVI
A volte bisogna lasciarsi andare ai piaceri della vita!
Ingredienti: 4 albumi, 200gr di Zucchero, 1 cucchiaino da caffè di succo di limone,
1 cucchiaio di maizena, 20 cl di panna liquida da montare, 1 baccello di vaniglia,
2 Pesche gialle, 3 Pesche bianche, 10 Albicocche, Ribes
Preriscaldate il forno a 130°C.
Montate a neve gli albumi con il succo di limone. Quando cominciano a crescere
aggiungete poco per volta sia la maizena che lo zucchero in polvere finché il
composto sarà ben fermo e brillante.
Preparate una piastra da forno o una teglia larga erotonda ricoperta di carta forno
e stendeteci la meringa. Quindi infornate per 1 orae 15 minuti.
Quando la meringa sarà pronta, toglietela dal fornoe fatela raffreddare. Prima di
toglierla dalla teglia ed appoggiarla su un piatto da servizio.
Preparate la panna montata cui avrete aggiunto i grani estratti dal baccello di
vaniglia.
Lavate la frutta e dividetela a fette.
Ora montate la Pavlova: appoggiate la meringa sul piatto da servizio, ricopritela di
panna montata e su questa le fette di frutta a formare una spirale o un disegno
concentrico. Guarnite con il ribes.
Tenete al fresco fino al momento di portare in tavola.

Ricette di Renata Baruffi -
Storie di cibo di vino
e autrice di “Cucina Mediterranea. La Storia nel Piatto” (ebook e POD)
CLAFOUTIS ALLE ALBICOCCHE
Ingredienti per 6 persone: 300gr Albicocche, 100gr di Farina, 4 uova, 150gr
Panna liquida, 90gr di zucchero, ½ litro di latte, 3 cucchiai da minestra di
zucchero a velo, poco burro.
In una ciotola, mescolate bene insieme la farina, polvere di mandorle e lo
zucchero. Unitevi quindi le uova, il latte e la panna. Mescolate energicamente fino
ad ottenere una crema liscia e non troppo densa chelascerete riposare almeno un
quarto d’ora. Intanto, imburrate le pareti di una teglia, possibilmente di ceramica che possa
essere presentata in tavola e cospargetela di zucchero semolato.
Lavate le albicocche che avrete scelto ben mature edolci. Dividetele a metà e
togliete loro il nocciolo. Disponetele quindi nellateglia con la parte interna
appoggiata al fondo. Versatevi sopra la crema di farina uova e latte che avete
preparato e cuocete in forno a 180°C per 20-25 minuti.
Prima di servirlo, spolverizzate il clafoutis con zucchero a velo.
Può essere gustato sia caldo che freddo.

RICETTE DI RENATA BARUFFI - Storie di Cibo di Vino
e autrice di 'Cucina Meditterranea. La Storia nel Piatto' (ebook e brossura)

RISO LIBANESE CON COMPOSTA DI ALBICOCCHE
Nella cassettina Bioexpress in questi giorni ci arrivano buonissime albicocche.
Oltre a mangiarle così come sono, possiamo preparare anche dolci goloso e di effetto come questo dove le albicocche sono combinate con un riso-e-latte libanese.
Ingredienti per 6 persone: circa 125g di riso a grano piccolo oppure di riso basmati profumato, lo stesso volume di acqua, 1 litro di latte, 150 gr di zucchero ( meglio se grezzo e di canna), 2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio o di mille fiori, 1 kg di albicocche già pulite e tolti i noccioli, succo di 1 limone e 300 gr di acqua.
Mettete il riso in una casseruola insieme all’acqua, che dovrebbe coprirlo a filo o poco più. Fate cuocere senza mai rimestare e possibilmente coperto, per almeno 8 minuti o finché l’acqua si sia assorbita senza far però bruciare il riso.
Aggiungete ora, poco a poco, il latte e continuate a cuocere a bassissima temperatura per altri 30 minuti circa, facendo attenzione a non far attaccare il composto di riso e latte al fondo della casseruola.
Quando il riso-e-latte è molto morbido ma non troppo asciutto aggiungete meno della metà dello zucchero e fatelo sciogliere bene mescolando in continuazione. Se il riso fosse diventato troppo secco, aggiungete poco latte. Unite poi l’acqua profumata (di fiori d’arancio o di mille fiori). Se non ne avete a disposizione potete sostituire con un cucchiaino di liquore all’arancio, alle mandorle o al limone.
Versate quindi il riso in una ciotola tonda, drenando il liquido in eccesso e ponete la ciotola, coperta, in frigorifero.
Intanto, dopo averle divise a metà ed aver tolto loro il nocciolo, mettete le albicocche in una casseruola, condendole con il succo di limone e coprendole con lo zucchero rimasto. Lasciatele riposare coperte per una mezzoretta. Vedrete che lo zucchero si sarà sciolto ed avrà fatto uscire dalle albicocche la loro acqua naturale. Mettete ora la casseruola sul fuoco medio per circa 15 minuti, aggiungendo al caso poca altra acqua di tanto in tanto, quanto basta per rendere le albicocche molto morbide senza farle spappolare.
Dopo questo tempo spegnete il fuoco e fate raffreddare la composta lontano dal fuoco prima di metterla in frigorifero.
Servite il riso ben fresco, cosparso della composta di albicocche.
Nota
Tutto il medioriente utilizza le albicocche in numerose ricette ed in molti piatti profumati di riso che, però, in genere non sono dessert.
In Armenia, paese di origine delle albicocche, dove sono ingredienti di zuppe, involtini, piatti di carne, salse e torte, le albicocche sono spesso usate secche in modo da poter cucinare questi piatti in tutte le stagioni. La stessa usanza si è diffusa non solo nei paesi caucasici ma anche ad est del mar Caspio.

Pane alle albicocche
Taverna degli Arna
Per la merenda o la colazione di Piccolo Chef, appena posso preparo delle torte fatte in casa. Non e' un grande amante dei dolci, preferendo il salato. Però ci provo sempre lo stesso. Visto che ama il pane con la Nutella o con la marmellata, anziché preparare la classica torta soffice o una crostata, ho preparato un pane dolce. Facile da preparare, veloce da cuocere, e' un'ottima alternativa.
Dopo averlo fatto lievitare l'ho farcito con della marmellata mentre sopra l'ho ricoperto di albicocche mature spolverate di zucchero di canna. Ho utilizzato il lievito madre così che risultasse più leggero e digeribile.
Ingredienti:
100 gr di lievito di madre
100 ml di acqua
200 gr di farina 00
100 gr di farina di riso
100 gr di zucchero di canna
1 cucchiaio di marmellata di albicocche
2 albicocche mature
Procedimento:
In una ciotola mettere il lievito madre e stemperarlo con l'acqua tiepida.
Aggiungere le farine e lo zucchero, avendo cura di tenerne un cucchiaio da parte, e impastare.
Lasciare lievitare per almeno 2/3 ore.
Riprendere l'impasto e aprirlo per farcirlo con la marmellata. Formare un salsicciotto e metterlo nello stampo da plumcake. Lasciarlo lievitare nuovamente per circa mezz'ora. Lavare e tagliare a piccoli pezzi le albicocche e adagiarle sul plumcake. Cospargere la superficie con lo zucchero avanzato e infornare, in forno caldo, a 200 gradi per circa 20 minuti.
Tempi di preparazione:
10 minuti di preparazione e 20 minuti di cottura più il tempo di lievitazione

RICETTE DI RIVA MARZIA -
Taverna degli Arna
Albicocche al forno
Semplicemente disarmante. Questa ricetta non si può' neanche chiamare tale. Ma quando mi prende la voglia di qualcosa di dolce eppur non voglio cedere mi tuffo sulla frutta.
Finalmente è arrivata la bella stagione. Con essa, fortunatamente, sta tornando tanta bella frutta. Si iniziano a trovare le albicocche, le pesche e le ciliegie. Quando la frutta è bella matura mi piace molto trasformarla in appetitosi dolci come per queste albicocche al forno. Tra i miei preferiti ci sono i crumbles. Questa volta l'ho preparato ancora più' semplicemente e senza grassi.
Ci vuole proprio poco per concedersi un delizioso fuori pasto ce piace molto anche a Piccolo Chef.
Ingredienti per 3 persone:
6 albicocche mature
50 gr di farina di nocciole
succo bio di mele
un cucchiaio di zucchero di canna
un cucchiaio di uva sultatina
Procedimento:
lavare le albicocche e dividerle a metà, eliminando il nocciolo. In una terrina mescolare la farina di nocciole con le uvette, ammollate in acqua per qualche minuto, e il succo di mela. Formare un composto umido e granuloso. Prendere poco composto e riempire il centro dell'albicocca. Mettere le albicocche in un cartoccio formato con la carta stagnola e cospargere con lo zucchero. Chiudere i pacchetti di stagnola ed infornare per circa 15 minuti a 200 gradi.
Lasciare intiepidire e servire.
Tempi di preparazione:
circa 30 minuti


SECONDO PIATTO
POLLO CON ALBICOCCHE E MIELE
INGREDIENTI:
40 g di burro - 1 cucchiaino di cannella - 1 cucchiaino di zenzero - 1⁄8 di cucchiaino di pepe - 4 petti di pollo da 175 g - 1 cipolla, affettata – 250 ml di brodo di pollo - 6 rametti di coriandolo, legati in un mazzetto - 500 g di albicocche tagliate a metà - 2 cucchiai di miele - 2 cucchiai di lamelle di mandorle, tostate - cuscus, per servire.
PREPARAZIONE: Fai fondere il burro in una padella grande. Aggiungi le spezie, insaporisci con pepe nero macinato fresco e mescola su fuoco basso per 1 minuto circa, finché comincia a sentirsi il profumo. Alza leggermente la fiamma e metti in padella i petti di pollo. Cuoci per 1 minuto per parte, facendo attenzione che le spezie non brucino. Aggiungi la cipolla e cuoci per 5 minuti, rimestando e girando i petti di pollo di quando in quando. Unisci il brodo e il mazzetto di coriandolo e insaporisci a piacere. Abbassa la fiamma, copri e lascia sobbollire per 5 minuti, girando il pollo una volta. Trasferisci il pollo sul piatto da portata, copri e lascia riposare per 2-3 minuti. Metti le albicocche nella padella con il sugo di cottura e bagnale con il miele. Copri e fai sobbollire per 7-8 minuti, girandole dopo 5 minuti. Elimina il mazzetto di coriandolo. Versa le albicocche e la salsa a cucchiaiate sul pollo, cospargi con le mandorle e servi con il cuscus a parte.
[Questa ricetta è tratta da Al mercato locale, Luxury Books Ed.]


Albicocche alla nutella
Ingredienti:
5 albicocche, nutella, mandorle tostate, panna montata
Preparazione: Lavate le albicocche, spaccatele a metà e privatele del nocciolo. Con un cucchiaino, mettete un po’ di nutella al posto del nocciolo ed inserite la mandorla. Coprite un un cucchiano di panna montata. Lo so, lo so… state pensando alla linea… alla prova costume, ma una di queste delizie vi mette “in linea” sia l’umore che la giornata!


DESSERT
Crostata di albicocche fresche
Ingredienti per la preparazione della frolla:

300 gr. di farina “00”
100 gr. di zucchero semolato
70 gr. di burro
1 uovo intero
1/ 2 bustina di lievito per dolci vanigliatola scorza grattugiata di un limone bio
un pizzico di sale
Ingredienti per la preparazione della confettura:
500 gr. di albicocche fresche bio
250 gr. di zucchero
succo di mezzo limone bio
Per la confettura:
lavare bene le albicocche, togliere il nocciolo e tagliarle a pezzi, buccia compresa. Metterle all’interno di una pentola a doppio fondo. Il doppio fondo è importante perché durante la cottura potrebbe esserci il rischio di eventuali bruciature dovute alla frutta che si attacca sul fondo della pentola. Aggiungere lo zucchero e il succo del limone. Cuocere a fuoco moderato finché non risulta essere abbastanza consistente. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.
Per la base:
usando una spianatoia fare una fontana con la farina, dove si sarà aggiunta la mezza bustina di lievito, e sbriciolare con le dita il burro con lo zucchero amalgamandoli per bene aggiungere l’uovo e mescolare con l’aiuto di una forchetta, unire la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale
Lavorare per bene il tutto finché l’impasto non risulterà ben liscio.
Far riposare la frolla per mezz’ora in frigo, oppure come ho fatto io stenderla subito con l’aiuto di un matterello su un foglio di carta forno, lasciando una piccola quantità da parte per la finitura.
Dopo aver steso la frolla metterla all’interno di uno stampo da crostata precedentemente imburrata ed infarinata.
Tagliare a fette le albicocche.
Stendere la marmellata sulla base della crostata e sistemare sopra le fette di albicocche disponendole a raggiera.
Infornare a 160° per circa 30 minuti.
Infine, lasciare raffreddare ed servire con una spolverata di zucchero a velo.
http://www.mentaeliquirizia.com/2009/06/crostata-di-albicocche-fresche.html


Albicocche alla crema
Ingredienti:
500 g di albicocche, 80 g di farina, 3 uova, 1 cucchiaio di grand marnier, 4 cucchiai di zucchero, 15 cl di latte
Preparazione: Sbattete in una terrina 2 uova intere e 1 tuorlo, con lo zucchero, lavorando per 5 minuti. Incorporate la farina setacciata, un pizzico di sale e il latte senza fare grumi. Ponete a riposare in luogo fresco per mezz'ora. Lavate le albicocche, asciugatele, dividetele a metà, eliminate i noccioli e unitele al composto di uova insieme al liquore. Versate il tutto in una pirofila o in una teglia dai bordi bassi di circa 24 cm di diametro, imburrata e infarinata. Ponete a cuocere in forno già caldo a 180 gradi per circa mezz'ora. Se la preparazione dovesse prendere colore, copritela con un foglio di alluminio. Le albicocche alla crema cotta sono buone sia tiepide che a temperatura ambiente. Allo stesso modo potete preparare ciliegie e mirtilli. Se albicocche non sono ben mature, vi conviene cuocerle 3-4 minuti a vapore o in uno sciroppo di acqua e zucchero, in modo che si ammorbidiscano. Volendo potete servire le albicocche spolverizzate di granella di zucchero.